Comunicati stampa

Fino al 2011 erano soggette a ritenuta Enasarco solo le provvigioni a favore degli agenti individuali e delle società di persone quali snc (società in nome collettivo) e sas (società in accomandita semplice). Sulle srl invece era solo la mandante a versare un contributo all’Enasarco, quantificato in proporzione alle provvigioni corrisposte alla società agente, ma che non andava nelle tasche dei soci della srl. Tale contributo infatti non veniva cumulato a favore dei soci in modo che questi potessero prendere una pensione ma era destinato al Fondo delle prestazioni integrative di previdenza.

Dal 2012 la situazione è cambiata in maniera sostanziale dato che questo contributo non è ad esclusivo carico della mandante ma in piccola par te anche a carico della società agente. L’art. 6 del regolamento vigente entrato in vigore appunto nel gennaio 2012 statuisce che:

«1. Il preponente che si avvalga di agenti che svolgono la loro attività in forma di società per azioni o di società a responsabilità limitata è tenuto al pagamento di un contributo determinato come segue:

Anno di decorrenza e aliquota contributiva

Importi provvigionali annui

2012

2013

2014

2015

2016

Fino a €

13.000.000,00

2,40%

2,80%

3,20%

3,60%

4,00%

Da € 13.000.000,01

a € 20.000.000,00

1,20%

1,40%

 

1,60%

1,80%

2,00%

Da € 20.000.000,01

a € 26.000.000,00

0,60%

0,70%

 

0,80%

0,90%

1,00%

Oltre €

26.000.000,00

0,15%

0,20%

 

0,30%

0,40%

0,50%

 

2. Il contributo è calcolato, in base agli scaglioni di importi provvigionali annui, su tutte le somme dovute in dipendenza del rapporto di agenzia; l’incremento di aliquota rispetto a quella in vigore con il precedente Regolamento è a carico del preponente e dell’agente in misura paritetica». È da precisare che nulla cambia in merito al fatto che i soci continueranno a non prendere alcuna pensione.

NUOVI MASSIMALI ENASARCO 

Sulle provvigioni che andranno a maturazione dal 1° gennaio 2013 dovrà essere applicata la nuova aliquota contributiva ed i nuovi massimali provvigionali. Ecco le nuove aliquote e i nuovi massimali:

Agenti individuali e società di persone

Fondo Previdenza – nuova aliquota contributiva: 13,75% (6,875% mandante e 6,875% agente).

PLURIMANDATARIO: massimale provvigionale (nuovo): € 22.000,00 massimale contributivo (nuovo): € 3.025,00 (€ 1.512,50 mandante e € 1.512,50 agente) minimale contributivo: € 400,00 (in quote trimestrali). Tale importo dovrebbe essere oggetto di rivalutazione Istat. Siamo in attesa di conoscere il nuovo importo.

MONOMANDATARIO: massimale provvigionale (nuovo): € 32.500,00 massimale contributivo (nuovo): € 4.468,75 (€ 2.234,38 mandante e € 2.234,37 agente) minimale contributivo (invariato): € 800,00 (in quote trimestrali). Tale importo dovrebbe essere oggetto di rivalutazione Istat. Siamo in attesa di conoscere il nuovo importo.

Agenti società di capitali (SRL, SPA etc…)

Fondo Assistenza – nuova aliquota contributiva: 2,80% (2,40% a carico mandante e lo 0,40% a carico agente), fino al massimale di 13.000.000,00 di provvigioni annue, oltre ci sono ulteriori aliquote e scaglioni. Va precisato che se nell’anno 2013 emetterete fattura per provvigioni relative al 2012 dovranno essere applicate le precedenti aliquote in vigore l’anno passato.